Cerca
  • Studio Legale Nobiliare Dobrynia & Partners

Dott. Salvatore Carmelo Dell'Aria, Barone di Villadoro

Anno IX - N° 7 - 10 Ottobre 2021 | Sentenza arbitrale del 18-09-2021 RG N° 334/2021





Studio Legale Nobiliare Dobrynia & Partners Segreteria Generale


TRIBUNALE NOBILIARE ARBITRALE INTERNAZIONALE ORGANO PERMANENTE DELLA CORTE SUPREMA DI GIUSTIZIA NOBILIARE DI BARI


SENTENZA N° 334/2021 RG

In data 18 Settembre 2021 il Tribunale Nobiliare Internazionale, Organo permanente della Corte Suprema di Giustizia Nobiliare Arbitrale di Bari, riunitosi in Bari, Piazza Mercantile 10, ha pronunciato la seguente sentenza:

“Al Dott. Salvatore Carmelo Dell'Aria, Barone di Villadoro, cittadino italiano, nato a Catania (CT) il 17 novembre 1964, ivi residente in Via Furnari n. 11, legittimamente spettano i seguenti titoli nobiliari e cavallereschi e relative prerogative e dignità ereditarie:

1. Il diritto a vantare la legittima titolarità del seguente titolo nobiliare ereditario: “Barone di Villadoro”.

2. Il diritto a vantare la legittima titolarità dei seguenti titoli cavallereschi dinastici non nazionali: “Equitem Magnae Crucis Justitiae (MOC); Cavaliere di Gran Croce (M.J.MOC) Militare Ordine di Collare di Sant’Agata; Cavaliere (OMRI); Cavaliere del Military and Hospitalier Order of Saint Lazarus of Jerusalem (M.L.J.); Cavaliere di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano (SMOC)”.

3. Il diritto e facoltà a richiedere eventuale rettifica anagrafica del proprio cognome nel senso più ampio e completo di: “Dell’Aria di Villadoro”; essendo il predicato “Villadoro” riferito a titolo e nome inequivocabilmente accertato precedente al 28 ottobre 1922.

4. Trattamenti, prerogative, dignità e qualifiche d’onore di: “Don, Eccellentissimo, Illustrissimo, Nobilissimo”.

5. Il diritto all’utilizzo della propria Arma Gentilizia Familiare, così blasonata: “Inquartato: nel 1° e nel 4° di verde alla fortezza d’oro di cinque torri, aperta e finestrata di nero; nel 2° e nel 3° d'oro all’aquila spiegata e coronata di nero. Corona tradizionale di Barone. Motto: Dei Auxilio vincam”.

6. Il diritto a designare autonomamente e liberamente la linea e le modalità di successione ereditaria al proprio patrimonio dinastico storico e araldico in favore del proprio figlio: Guglielmo Egidio Maria.

7. Il diritto all’acquisizione e uso per la di Lui Consorte Donna Maria Scuderi, dei Titoli e trattamenti suddetti per diritto matrimoniale.


L’esecuzione della presente sentenza, avente gli effetti della sentenza pronunciata dall’Autorità Giudiziaria della Repubblica italiana, è estesa nel territorio degli Stati aderenti alla Convenzione di New York del 10 giugno 1958 e resa esecutiva in Italia con Legge 19.01.1968, n. 62, nei modi e nei termini previsti dal diritto internazionale.


La pubblicazione nella “Gazzetta Ufficiale di Giustizia Nobiliare” (organo ufficiale di questa Corte) dell’estratto per copia conforme all’originale della sentenza irrevocabile, ex art. 825 del codice di procedura civile, è a cura del Presidente della Suprema Corte di Giustizia Nobiliare Arbitrale di Bari. Si dispone la pubblicazione per avvisi e pubblici proclami dell’estratto della presente sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, a carico della parte che ne ha interesse.


Bari, 18 Settembre 2021

(Firmato) Il Presidente

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti